Vai menu di sezione

Chiesa di San Rocco

La chiesa di San Rocco fu eretta alla fine del '400 dalla popolazione di Castello Tesino per grazia al protettore dalle epidemie, San Rocco appunto, dopo che una serie di epidemie avevano devastato la Valsugana attorno al 1479 ed evitato miracolosamente l'altipiano del Tesino.

Secondo lo storico locale E. Pasqualini fu in questa occasione storic ache giunsero dalla Valtellina i "murari" in Tesino e cioè artigiani muratori esperti in costruzione di opere importanti come mole.

La storia narra che i committenti della chiesa di San Rocco non avendo con che pagarli, alla fine gli concessero dei terreni a Nord Est del Monte Picosta e qui vi si insediarono costruendo le loro case in una località che ancora oggi si chiama Tellina.
I Muraro di oggi, cognome piuttosto diffuso qui in valle, pare che avessero tutti le loro origini da quella zona, Tellina per l'appunto.

San Rocco fu risparmiata dai bombardamenti austriaci del 1916 e possiede un bell'altare in marmo.
La chiesa fu profanata per essere usata a scopo militare e l'altar maggiore fu riconsacrato a conflitto terminato, nel 1919.
Oggi San Rocco sorge sul suo colle, circondata da un parco risistemato negli arredi e nel verde da pochi anni.

Tipologia di luogo
Piscina
Collocazione geografica

Come arrivare

Pagina pubblicata Martedì, 03 Maggio 2016
torna all'inizio del contenuto